Il metodo per ELIMINARE i DOLORI alla SCHIENA

e come Vivere una vita Fantastica senza dolori e senza rinunce!

Dopo più di 4 anni abbiamo capito di cosa c’è veramente bisogno per iniziare un percorso per Eliminare i Dolori alla Schiena nella frenetica Vita di tutti i giorni!

(Se vuoi conoscere anche tu il nostro metodo ELIMINA DOLORI investi 10 minuti del tuo tempo e continua a leggere…)

Il metodo per ELIMINARE i DOLORI alla SCHIENA

e come Vivere una vita Fantastica senza dolori e senza rinunce!

Dopo più di 4 anni abbiamo capito di cosa c’è veramente bisogno per iniziare un percorso per Eliminare i Dolori alla Schiena nella frenetica Vita di tutti i giorni!

(Se vuoi conoscere anche tu il nostro metodo ELIMINA DOLORI investi 10 minuti del tuo tempo e continua a leggere…)

Chi Siamo:

Max Sigismondi - Founnder Skill Body e Allenamento in 20 Minuti

Max Sigismondi

Personal Trainer e Co-Fondatore di SkillBody e Allenamento in 20 Minuti.

Daniele Campolungo - Founder Skill Body e Allenamento in 20 Minuti

Daniele Campolungo

Personal Trainer e Co-Fondatore di SkillBody e Allenamento in 20 Minuti.

Dopo 15 anni di esperienza, ci siamo resi conto che le persone non riuscivano ad ELIMINARE I DOLORI perché utilizzavano metodi terapici tradizionali e non avevano tanto tempo da dedicare alla cura del proprio corpo.

La vita oggi è così frenetica che non ci da più pace e ci costringe per forza a soffrire di dolori ed essere stanchi e stressati.

E Tu non meriti di vivere perennemente nel dolore!

Finalmente dopo quasi 3 anni di esperienza con lo SKILLBODY METHOD siamo in grado di far migliorare la Tua Vita e di eliminare i dolori alla schiena già dopo 3 sedute.

Stiamo parlando di una seduta di 30 minuti ogni 7 giorni.

Leggi le recensioni delle persone che hanno già provato il metodo!

Soffri di forti dolori alla schiena?

Lo sapevi che 80% degli italiani ne ha sofferto almeno una volta nella vita?

Infatti è uno dei disturbi più diffusi (seconda causa di assenza per il lavoro).

Ma cos'è il mal di schiena ?

Il mal di schiena è una malattia spesso trascurata.

E’ in continuo aumento, perché il fumo, lo stress, la vita sedentaria e le posizioni scorrette a lavoro si ripercuotono immancabilmente sulla salute della colonna vertebrale incidendo profondamente sulla qualità della Tua vita.

La maggior parte delle persone impara a conviverci ed è la cosa più sbagliata!

Tante persone non ritenendolo il sintomo di una malattia, ma la conseguenza di uno stile di vita o dell’inevitabile processo di invecchiamento.

Spesso il mal di schiena è un campanello d’allarme che può segnalare una malattia anche seria: soprattutto quando il dolore sopraggiunge senza motivo e si accompagna a perdita di peso e malessere generale.

Fortunatamente la maggior parte delle persone che ne sono colpite guarisce entro 2-4 settimane.

Soltanto in una piccola percentuale di casi, i sintomi diventano CRONICI.

In alcuni casi, poi, si presenta all’improvviso e con intensità tanto forte da costringere all’immobilità.

Solitamente si scatena dopo uno sforzo o un movimento improvviso.

All’origine c’è uno stato cronico di affaticamento dei legamenti o di un nervo, dovuto a diversi fattori, per esempio un’ernia del disco o un trauma precedente.

Quali sono le cause ?

Le cause del mal di schiena sono numerose.

Quelle “gravi” sono rarissime (meno di 1 caso su 300) ed è sufficiente una visita medica per individuarle.

È importante, quindi, sapere che tutti, prima o poi, soffrono di mal di schiena.

Nove pazienti su dieci, però, recuperano entro un mese dall’insorgenza del dolore, indipendentemente dall’avere o meno effettuato un trattamento: quindi non sempre è necessario correre dallo specialista alle prime avvisaglie del mal di schiena.

Anche se il dolore alla schiena è legato a cause quasi sempre banali, però, la ricaduta è frequente.

È proprio questo che rende fondamentale la prevenzione.

La ricaduta in ogni caso non è segno di qualcosa di grave, ma solo del ripresentarsi di un problema cui siamo predisposti.

Il trattamento con farmaci, le terapie fisiche o manuali non sempre sono risolutivi, pur rappresentando spesso un valido aiuto (soprattutto in caso di dolore acuto).

MA ATTENZIONE...

SE NON AGISCI ORA LA TUA VITA CONTINUERA' AD ESSERE COME ADESSO!

E TU MERITI UNA VITA MIGLIORE

Ecco CHI Ha ELIMINATO i DOLORI alla SCHIENA

Ho iniziato questa meravigliosa avventura spinta da un problema alla schiena che si irradiava all’anca.

Sono stata allettata dai 20 minuti da dedicare a settimana che mi permettevano finalmente di volermi un po’ di bene poiché i problemi di salute dei miei familiari non mi consentivano la frequentazione di un qualsiasi corso in palestra .

A distanza di 3 mesi posso affermare che ho risolto il mio problema e non solo !

Il mio corpo è nettamente cambiato , muscoli tonici , postura migliorata e tanta energia in più , lo consiglio vivamente ! 👍👍👍👍👍

Maddalena G.

Tipi di mal di schiena

Lombalgia:

Si tratta del mal di schiena più frequente insieme alla cervicalgia e può presentarsi sia nella forma acuta che in quella cronica.

Nella forma acuta il dolore si presenta durante un movimento di estensione del tronco, per esempio mentre si solleva un peso da terra (vedi più avanti il colpo della strega).

Nella forma cronica, invece, il dolore si presenta a livello della zona lombare della colonna e si prolunga senza interruzione da almeno 6 mesi: colpisce il 5 per cento di chi è affetto da lombalgia, ossia il 4 per cento dell’intera popolazione (2 milioni di persone circa in Italia).

A differenza della forma acuta, nella forma cronica il dolore è di vecchia data. Di solito la persona che ne soffre è in grado di indicare le posizioni del corpo che intensificano o diminuiscono il dolore.

Una caratteristica tipica di chi è affetto da lombalgia cronica è quella di “essere storti”, ossia guardandosi allo specchio il paziente può riferire di “pendere” da un lato: il motivo è dato da una reazione naturale di difesa della muscolatura della schiena che tende a proteggere la parte dolente contraendosi intorno, nel tentativo di tenere fermo il tratto della colonna colpito impedendogli così ulteriori sollecitazioni.

Cervicalgia:

Quanti possono affermare di non avere mai sofferto di cervicalgia, quel disturbo chiamato comunemente “cervicale”?

Questo dolore può presentarsi in modo acuto oppure lento e acuirsi con il tempo (forma cronica).

Nel primo caso la persona lamenta un dolore improvviso e violento in una ristretta zona della nuca (torcicollo) che impedisce in genere la rotazione del corpo o verso destra o verso sinistra accompagnato a volte da forte nausea oppure, più raro, da vertigine, ronzio auricolare, agitazione e lieve confusione mentale.

Quando è ad insorgenza lenta, invece, il dolore riferito è sordo e localizzato in un tratto cervicale della colonna e di manifesta, per esempio, in momenti particolari come: guardare in alto o indietro (come nelle manovre di retromarcia in auto).

Talvolta ogni movimento del collo fa male ed il dolore può scomparire e ricomparire a brevi intervalli senza un riferimento preciso, oppure essere silente per molto tempo per poi riacutizzarsi improvvisamente.

Una variazione del dolore cervicale è la nevralgia cervico-brachiale, che presenta un interessamento delle radici nervose e provoca dolore alla nuca e al braccio, fino ad arrivare anche alla mano.

Il dolore può essere: a destra, a sinistra o bilaterale; intenso o lieve; persistente o presente solo durante alcuni movimenti; aggravato nella posizione supina e attenuato in altre (per esempio, mettendo le mani dietro la nuca).

Anche se le cause della cervicalgia possono essere diverse, le principali possono essere individuate nella sedentarietà e nella postura che si tiene nelle ore di lavoro (in particolare chi lavora con il computer).

Per prevenire la comparsa di cervicalgie, quindi, è indispensabile controllare i fattori di rischio, cioè correggere la postura scorretta.

Colpo della strega:

Non è raro che dopo uno sforzo particolarmente intenso si resti completamente bloccati con la schiena.

Il colpo della strega è un dolore lancinante che arriva all’improvviso alla parte bassa della schiena, o a cause di una lombalgia, che solitamente colpisce le persone tra i 30 ed i 40 anni.

Sebbene la causa principale sia lo sforzo intenso, talvolta può anche arrivare dopo un colpo di freddo.

In realtà, nella parte inferiore della spina dorsale fuoriescono i nervi spinali, che controllano muscoli ed organi addominali e gli atri inferiori.

Quando, per un movimento brusco o uno sforzo improvviso e mal controllato, i nervi spinali si comprimono, danno quella particolare sensazione di dolore.

A questa sensazione i muscoli rispondono con una contrazione che vanifica qualsiasi altro tentativo di movimento e si resta bloccati.

Solitamente, il colpo della strega dura all’incirca 3 giorni.

Se dura di più di tre mesi, o se si ripete con grande frequenza, è meglio ricorrere allo specialista perché potrebbe esserci qualche altro problema che provoca una sensibilità maggiore dei nervi spinali ed una maggiore facilità alla contrazione dei muscoli.

Purtroppo, non ci sono cure che facciano guarire “subito” dal colpo della strega. Piuttosto, il trattamento si basa su cure lenitive del dolore ed antinfiammatori per sbloccare i muscoli.

È importante, in questi casi, evitare di stare a letto, perché la stasi potrebbe peggiorare la situazione.

È  sempre bene muoversi senza fare sforzi che coinvolgano i muscoli della schiena.

Può anche essere utile fare dei massaggi per cercare di riprendere lentamente l’elasticità muscolare di prima.

La prevenzione è l’arma migliore quindi meglio evitare alcuni movimenti “rischiosi”, per esempio meglio non caricare le buste della spesa soltanto su un braccio, ma bilanciare il peso su tutti e due i lati del corpo.

E ancora, non sollevare pesi da terra incurvandosi: i pesi vanno alzati flettendo le ginocchia e non piegando la schiena.

Cosa dice la Scienza

Studio del 2003 dell’università di Bayreuth e pubblicato nel 2010 eseguito da J. VATTER.

L’obbiettivo di questo studio è stato quello di sottolineare l’impatto positivo su:

  • forza
  • antropometria
  • benessere del corpo
  • umore
  • salute generale
  • mal di schiena

attraverso un allenamento con tecnologia EMS.

Sono state prese a campione 134 persone con età metà di 42 anni con un gruppo di controllo di 10 persone per 6 settimane.

L’allenamento ha avuto una durata di 25 minuti per sessione (senza contare la fase di stabilizzazione e quella di recupero finale) associato ad esercizi statici per due volte a settimana come avviene presso il centro SkillBody.

  • 82% ha notato un miglioramento del mal di schiena e
  • il 30% di questi si è dichiarato addirittura libero dal mal di schiena.

È stato registrato un incremento del 12% di forza dei partecipanti, del 69% per quanto riguarda la resistenza e del 89% parlando di stabilità e performance.

La percentuale di grasso corporeo è diminuito mediamente del 1,4% su tutti i partecipanti.

La sensazione di benessere dei soggetti è aumentata dell’ 83%.

In definitiva:

“L’allenamento EMS full body è un buon metodo per ridurre il molto diffuso dolore alla schiena e inoltre per incrementare la forza in maniera uguale o migliore di un convenzionale allenamento di forza.”

Prenota ORA la Tua consulenza GRATUITA...

E scopri come è FACILE ELIMINARE I DOLORI alla SCHIENA con un metodo Facile da seguire e scientificamente provato!

Riserva ora la Tua PROVA GRATIS

Compila il form qui sotto con il Tuo Nome, Email e Cellulare così ti potremo contattare per fissare una consulenza con la relativa PROVA GRATUITA

SkillBody brand di P3 Fitness Ssdarl – Via M. di Belfiore 30/32 – Civitanova marche (Mc) – P.IVA 01880580434 Cap. Soc. 10.000 € int.v. – Rea n. 189401

Tel. 0733.473443 – Sms o WhatsUp 327.0251755 – email: info@skillbody.it

Note Legali  –  Privacy  –  Cookie Policy  –  Contattaci